26.7.05

Minchia, "Signor Giudice"!

Il TG1 di ieri (ore 13:30) ha utilizzato, in chiusura, ben 4 - dicasi QUATTRO - minuti del proprio prezioso tempo per riferire una notizia cinematografica: "Sono in corso tra Mosca, Roma e New York le riprese di Signor Giudice 2, seguito di Signor Giudice (ma và?)".
Dal momento che sono appassionato anche di grande schermo, mi sono subito chiesto quale fosse il famigerato film originale sfuggito alla mia attenzione di spettatore. Forse una pellicola indipendente e interpretata da Robert Redford? O, magari, una megaproduzione italiana con Raoul Bova o Michele Placido?

Il successivo servizio filmato, mi ha aiutato a ridimensionare la portata della notizia stessa.
Eccone il testo integrale, riportato da Kataweb Cinema:

Domani a Roma cominceranno le riprese di un thriller fantapolitico di produzione russa 'Signor Giudice 2' (sequel di 'Signor Giudice'), diretto dal regista Arkady Kordon. Successivamente la troupe si sposterà a New York per terminare le riprese iniziate un mese fa a Mosca.
Il film narra la storia di una ristretta cerchia di persone con posizioni di potere nelle principali attività economiche ed istituzionali russe, capeggiati dal potente Orekhov (l'attore russo Gheorghi Taratorkin), che vogliono sovvertire il potere in Russia con un movimento pilotato dall' esterno. L'obiettivo è di far cadere il governo di Mosca facendo trapelare notizie su presunti interessi del Cremlino nell'acquisizione di ingenti patrimoni economici con mezzi illeciti.

Il film, girato in doppia presa diretta russa e inglese, ha tra i protagonisti un'attrice italiana: Daniela Alviani, scelta dal regista Kordon che l'aveva molto apprezzata nelle vesti di protagonista del film 'Zana', presentato fuori concorso a Venezia. La Alviani nel film è una giovane editrice che controlla, con le numerose testate giornalistiche ereditate dal padre, la stampa italiana. Coraggiosi articoli giornalistici l'hanno fatta rapidamente salire alle cronache mondane, come il personaggio di maggior spicco nell'editoria italiana. Per questo motivo viene contattata dell'oligarca russo Orekhov.

Il film è prodotto dal russo Boris Pinkhasik, per la multinazionale Etalon Film di cui Erik Vaizberg è il direttore generale con sede anche a New York e dall'italiano Alessandro Carella, della Greenlight Productions. Finite le riprese di 'Signor Giudice 2' l'accordo fra Carella e Pinkhasik prevede la realizzazione di un pacchetto di film da realizzarsi fra la Russia e l' Italia.


Inoltre scopro su altri siti che la protagonista principale di Signor Giudice 2 - Daniela Alviani - è anche sceneggiatrice e regista. Ulteriormente incuriosito, digito su Google il nome completo della novella Chaplin e mi ritrovo cotanto risultato.
Come ormai accade regolarmente con le notizie diffuse dalla TV ma approfondite sul web, quando credo di "non capirci più niente" comincio realmente a intuire qualcosa.

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home