2.3.06

Profondo Rosso

Prima notizia.

«Non è che gli emiliani hanno una testa diversa dagli altri italiani, non è una questione lombrosiana». E allora perchè l’Emilia è così rossa, e resta sempre rossa? Perchè - dato rivelato ieri da Tarcisio Zobbi - gli iscritti alla Casa delle Libertà dipendenti di enti pubblici a Reggio sono tra il due e il tre per cento? «E’ il sistema di potere Pci-Pds-Ds. Solo chi vive da queste parti capisce quanto sia pervasivo e condizionante. Sfido le famiglie reggiane a vedersi in conflitto di interessi con Berlusconi. Berlusconi è un fenomeno contingente, questo è un fenomeno permanente!» (Carlo Giovanardi, modenese, Ministro per i Rapporti con il Parlamento, UDC)

«Ho già denunciato apertamente che nelle città rosse c’è un rischio di caduta della democrazia, la cattura del consenso attraverso un collateralismo esasperato», e l’ex segretario Cisl dice che la Margherita «si trova coinvolta in questa operazione di puro potere o di malaffare» (A fine convegno, Poli preciserà: «L’ho detto nella foga, parlavo di malaffare politico, di situazioni discutibili»). (Mario Poli, capogruppo UDC al Comune di Reggio Emilia)

I suddetti interventi sono stati raccolti ad un convegno tenuto due mesi fa all'Hotel Posta di Reggio Emilia, sul tema dello "Strapotere rosso in Emilia-Romagna" (come tutti sanno, cavallo di battaglia del Presidente Berlusconi).

Seconda notizia.

Lo scorso gennaio, il Signor Manuel Uribe, messicano, peso 550 chilogrammi (presumibilmente l'uomo più massiccio del mondo) ha rivolto un appello ai media globali perché un medico si interessasse al suo caso. Essendo indigente, ovviamente la persona ha chiesto la disponibilità di un professionista mosso da buona volontà e spirito umanitario.
In tutto il mondo, ripeto: IN TUTTO IL MONDO, ha risposto SOLO il professor Giancarlo De Bernardinis, direttore della Chirurgia II dell’Azienda Ospedaliero - Universitaria, Policlinico di Modena, ed esperto di interventi su grandi obesi. Egli si recherà in Messico, oggi, 2 marzo 2006, accompagnato dall‘anestesista, dottor Giorgio La Colla, per valutare l’indicazione all’intervento di chirurgia bariatrica su Manuel Uribe.

Conclusioni...

Quando si parla di "strapotere" e di "rischio democratico", bisognerebbe soprattutto non mancare di rispetto all'arbitrio dei cittadini, tenendo conto di numerosi e "piccoli" episodi esemplari che elevano - questi sì! - il prestigio dell'Italia nel mondo.
E che nascono proprio nelle regioni in mano a presunti soviet illiberali (vedere - ad esempio - la fama e il metodo educativo degli asili reggiani, esportato con successo negli Stati Uniti dieci anni fa).

Altro che chiacchere.

1 Comments:

Blogger mmcerit said...

Il modello d'esportazione della sicilia invece Giovanardi non lo menziona? Hanno vinto in tutti i collegi!!! Sarà l'ago della bilancia a mio parere anche nelle prossime elezioni, se confermeranno l'adesione "bulgara" alla casa delle libertà, vinceranno di nuovo le elezioni. E li Giovanardi.. non denuncia strapotere, controllo e nient'altro.. poi in Sicilia, figuriamoci!

1:05 AM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home